Anche se molte persone hanno già sintomi e sono piene di dolori quando ricorrono alla chiropratica come ultima spiaggia, possono trarne ancora moltissimi benefici, la testimonianza qui sotto riassume quello che in studio vediamo da anni e anni:

Era il 1983, avevo quarantatré anni, soffrivo da anni di forte mal di schiena e portavo un corsetto rigido che mi torturava. Non ho memoria di quante diverse terapie avessi provato, ma senza alcun risultato. A detta dei medici la mia schiena non era in buone condizioni, non avendo la corretta funzionalità della colonna vertebrale, e di conseguenza mi dovevo rassegnare a vivere con dolore e le limitazioni dei movimenti.
Antidolorifici, applicazioni varie, erano la regola per me.
Per caso, un giorno udii una conoscente affermare che lei trovava un valido aiuto per i suoi problemi di schiena, con la chiropratica. Decisi di provarla. Veniva eseguita presso lo Studio Chiropratico Sanrocco di Como.

Le ripetute manipolazioni eseguite dal Dottore nei mesi successivi, permisero di liberarmi dalla tortura del corsetto, di eliminare i farmaci, di camminare, di correre, di riprendere a lavorare riducendo drasticamente i giorni di assenza e di soffrire molto, molto meno mal di schiena.

La chiropratica aveva ottenuto nei mesi successivi, risultati che i medici non avevano ottenuto in anni.

Ora ho settantaquattro anni, non ho mai abbandonato la chiropratica, il mal di schiena non è sparito dalla mia vita. Ci sono stati e ci sono tuttora degli episodi più o meno grave, ma con la costante assistenza del Dottore sono sempre riuscita a limitare dolore e disagi.

La mia schiena ora, mi causa meno problemi e sofferenza di quando avevo quarantatré anni; non ho subito alcun intervento chirurgico, e i farmaci posso dire di averli dimenticati.
La chiropratica, a condizione che chi la esegue sia un vero esperto, è una scienza che merita attenzione e rispetto perché permette di avere una vita normale, con minori limitazioni, e certamente qualche intervento chirurgico potrebbe essere evitato.

Ci sarebbe un minor consumo di farmaci, molte persone soffrirebbero meno, e non avrebbero tanti giorni di assenza dal lavoro, se solo la conoscessero e potessero praticarla.
Per quanto mi riguarda, devo alla chiropratica a al Dott. Seru, di non temere più l’incubo del mal di schiena, di avere una vita attiva, e considerata la mia non più giovane età, non è cosa da poco.

Lecco 6 Ottobre, 2014
Sigra Luigia Valsecchi