La circolazione del Coronavirus in Italia ci costringe a restare a casa, per il nostro bene e quello di tutti. E noi restiamo a casa ma senza rinunciare al nostro benessere fisico e mentale. In questo articolo raccogliamo 5 consigli pratici (o sarebbe meglio dire “chiro-pratici”) per mantenerci in forma in questo periodo di stop e sedentarietà forzata.

Forza, continua a leggere.

1. Fai movimento (sì, puoi farlo anche in casa!)

È risaputo: fare movimento ci aiuta mantenerci in salute, sia fisicamente che emotivamente. Ma che tipo di movimento possiamo fare in casa? È probabile che molti si dedichino all’esercizio anaerobico (sforzo in assenza di ossigeno), come per esempio la pesistica. In realtà, questo tipo di attività può indebolire le nostre difese immunitarie.

Meglio dedicarsi ad attività fisica aerobica, in cui rientrano: camminata, corsa leggera, bici in pianura o comunque senza troppe salite, nuoto. Sappiamo cosa stai pensando: sono tutte attività per cui c’è bisogno di uscire all’aperto o, nel caso del nuoto, di andare addirittura in piscina. Con alcuni strumenti, però, è possibile fare movimento anche in casa: potrebbe essere il momento giusto per investire in un tapis roulant, in una cyclette o, se hai una bici, in un rullo. Scommettiamo che molti hanno già in soffitta qualcuno di questi attrezzi. È ora di tirarli fuori!

L’alternativa è marciare o correre sul posto e, se ne hai la possibilità, fare le scale: può sembrare un po’ strano, ce ne rendiamo conto. Un piccolo trucco per distrarti: metti un paio di auricolari e ascolta musica, radio, podcast o audiolibri. Ti concentrerai su quello che stai ascoltando e non farai caso alla stranezza del gesto.

Se soffri di particolari disturbi muscolo-scheletrici – come mal di schiena, cervicale, ecc. – e hai dubbi sulle attività più adatte a te, fai una telefonata al tuo chiropratico di riferimento.

2. Mantieni abitudini sane

Il fatto di trascorrere così tanto tempo in casa potrebbe indurci a commettere degli errori. Per esempio, le persone che in questo momento stanno facendo telelavoro potrebbero ritrovarsi a lavorare molte più ore del normale (e, quindi, stare seduti a lungo e molto più del necessario). E chi non lavora, invece, probabilmente trascorrerà molte più ore davanti a TV, PC e smartphone.

Queste cattive abitudini alterano il solito ritmo della giornata e del sonno. Le conseguenze? Effetti negativi sull’energia, sull’umore, sulla concentrazione. Fai attenzione, quindi, a seguire una routine sana. Ecco alcuni consigli:

  • smetti di lavorare all’ora in cui ti fermeresti se fossi in ufficio;
  • non cenare tardi, non addormentarti sul divano e cerca di andare a dormire e svegliarti sempre negli stessi orari;
  • prepara un calendario settimanale di attività da seguire giorno per giorno (in modo da non passare tutto il tempo sul divano e a contatto con dispositivi elettronici che, tra l’altro, generano stress elettromagnetico).

Cosa mettere in calendario? A parte l’attività fisica di cui abbiamo parlato poco fa, puoi:

  • coltivare nuovi hobby che ti aiutino a non stare sempre in poltrona: dal giardinaggio alla cucina, dal bricolage al découpage. E poi ci sono attività come yoga, pilates, meditazione… Tutte perfette da svolgere in casa. Sui social e sulle piattaforme come YouTube non farai fatica a trovare video-lezioni per queste e molte altre attività (questo sì che è un buon uso dei dispositivi elettronici!);
  • scegliere attività da fare con la famiglia, dai giochi di società ai puzzle;
  • seguire dei videocorsi di formazione su discipline che ti interessano;
  • svolgere faccende domestiche che continui a procrastinare: dalla pulizia della cantina, del garage o della soffitta (attenzione alla postura che assumi se devi sollevare pesi) al decluttering, ovvero il repulisti di armadi, cassetti e non solo per buttare tutto ciò di cui non hai più bisogno.

E adesso, passiamo all’alimentazione.

3. Fai attenzione all’alimentazione

Si sa, stare in casa fa crescere la tentazione di aprire più del dovuto frigorifero e dispensa. Capita a tutti. Devi fare attenzione, però, soprattutto se il lavoro ti costringe a passare tanto tempo in posizione seduta.

Se proprio non resisti, fai piccoli spuntini salutari, quindi:

  • evita alimenti a base di zuccheri artificiali, quindi niente cioccolata, merendine & Co.;
  • mangia frutta di stagione, una manciata di noci, un pezzo di sedano, una carota, yogurt greco con miele.

Questo ti aiuterà a “ingannare” un po’ il cervello e, nello stesso tempo, a non “lievitare” troppo. 

4. Bevi acqua

Come sempre, è importantissimo mantenersi idratati per tenere il nostro organismo in forma. Perché? Ecco cosa scrive in un articolo del suo blog personale il dottor Mathieu Vouillamoz, chiropratico del team Sanrocco.

“L’acqua è essenziale per mantenere il flusso del sangue da e verso i polmoni. Mantiene anche i polmoni idratati e aiuta il flusso del muco (il muco è importante e deve essere di giusta consistenza per farsi che le ciglia del sistema respiratorio, lo spostino – insieme alle tossine, microbi e inquinanti – al di fuori.)”

Leggi anche: Come vivere al meglio la quarantena. Consigli da un chiropratico della Sanrocco

Se soffri di mal di schiena, poi, la buona idratazione ti aiuterà anche a contrastare questo disturbo, perché i muscoli psoas, che sostengono la colonna vertebrale, si indeboliscono se “hanno sete”.

No alle bevande zuccherate, sì all’acqua (di solito consigliamo di bere ogni giorno 1 litro d’acqua per ogni 25 kg di peso corporeo). Come fare a ricordarsi di bere? Mentre lavori, metti una borraccia o una bottiglietta di acqua sul tavolo: vederle lì ti aiuterà a non dimenticare questa “pratica”.

5. Rinforza il tuo sistema immunitario

Veniamo all’ultimo – ma non meno importante – dei nostri 5 consigli: occupiamoci delle nostre difese immunitarie. Come? Facendo scorta di vitamine. In particolare:

  • vitamina A: la trovi nell’olio di fegato di merluzzo e nel tuorlo dell’uovo;
  • vitamina C: potente antiossidante, contrasta l’azione dannosa dei radicali liberi; la trovi sia nella frutta (agrumi, kiwi, ananas, melone, frutti di bosco) che nella verdura (peperoni, broccoli, cavolo, spinaci, prezzemolo);
  • vitamina D: è importante tanto quanto la vitamina C nel rafforzare le difese immunitarie contro batteri e virus influenzali; per farne scorta il modo migliore è esporsi al sole: la luce solare, infatti, trasforma la vitamina D2 inattiva sottocutanea in vitamina D3 attiva.

Prima di lasciarti, vogliamo aggiungere un consiglio extra: questa situazione così critica deve farci riflettere tutti sul modo in cui viviamo la nostra vita. Il nostro consiglio è questo: prenditi del tempo per ripensare alle tante piccole cose che puoi fare per vivere al meglio, nel rispetto della nostra salute, di quella altrui e del mondo che ci circonda.

Andrà tutto bene.

P.S. Il team Sanrocco è sempre a disposizione dei pazienti per eventuali emergenze.