Ti accorgi che al lavoro tendi a passare da un compito all’altro senza riuscire mai a iniziare e terminarne uno; oppure ti rendi conto che è difficile anche finire di leggere una pagina di un libro senza distrarti. Se hai notato una perdita di concentrazione e sei alla ricerca delle sue cause (e, soprattutto, dei rimedi), in questo articolo ne troverai alcune piuttosto diffuse. Tutte possono essere risolte con la chiropratica.

Cominciamo da una causa legata al tuo stile di vita…

Concentrazione fa rima con alimentazione

I problemi di concentrazione possono cominciare a tavola (e questo vale anche per i bambini): tanti zuccheri raffinati, un eccesso di grassi, in generale, una dieta sbilanciata e non varia possono avere effetti anche sulle nostre capacità cognitive.

La perdita di concentrazione può dipendere dall’alimentazione anche nel caso in cui assumiamo alimenti che, seppur ritenuti “sani”, non sono compatibili con noi: in sostanza, hanno effetti negativi sul nostro corpo e sulla nostra mente. Come puoi sapere quali sono questi alimenti? Noi chiropratici effettuiamo dei test specifici (detti test muscolari), valutando la reazione del corpo quando è a contatto con determinate sostanze.

Individuati i cibi che non sono “benvoluti” dall’organismo, diamo ai nostri pazienti consigli personalizzati sulla nutrizione che tengano conto di tutto il quadro generale.

Mancanza di sonno. E la concentrazione cala

Inutile star qui a spiegare in che modo il sonno disturbato, soprattutto se protratto a lungo, può influire sulla capacità di concentrazione. Come risolvere? Be’, prima di tutto bisogna capire perché non dormiamo bene. Per esempio, durante i cambi di stagione sappiamo che la ghiandola pineale, produttrice di melatonina (sostanza regolatrice del ciclo sonno-veglia), può andare in squilibrio. Di conseguenza, il sonno ne risentirà.

Anche questo è un disturbo risolvibile con la chiropratica, attraverso trattamenti che vanno a stimolare e riequilibrare la ghiandola pineale.

Per approfondire, leggi questo articolo: La connessione tra ghiandola pineale, disturbi del sonno e disturbi da cambio di stagione

Concentrazione e tensione della dura madre

In passato hai subito un trauma, come una brutta caduta sul coccige o un colpo di frusta da tamponamento automobilistico? Ti starai domandando quale sia il nesso tra un evento traumatico e la perdita di concentrazione.

Be’, devi sapere che i traumi possono causare la tensione della dura madre, una membrana che avvolge il nostro cervello, e che questo disturbo può generare una serie di sintomi (che si possono presentare anche molti anni dopo l’insorgere del problema) tra cui proprio la perdita della capacità di concentrazione.

Ed ecco che viene ancora una volta in soccorso la chiropratica, che può individuare la tensione della dura madre e risolverla eliminando tutti i suoi sintomi.

Per saperne di più su quest’argomento, leggi qui: Tensione della dura madre. Cos’è? Che problemi comporta?

Arrivati alla fine di questo articolo, vogliamo dirti che contrastare la perdita di concentrazione è solo uno dei tanti motivi per cui vale la pena entrare a contatto con la chiropratica: questa disciplina è un modo naturale per aumentare la qualità della vita. Dai un’occhiata alle testimonianze.