Quando si vuol perdere qualche chilo di troppo oppure quando si vuol cominciare a fare attività fisica dopo una vita di totale sedentarietà, spesso le prime cose che vengono in mente sono la corsa, la palestra o il nuoto. Ma tra il dire e il fare, si sa, c’è di mezzo il mare.

Ecco uno dei motivi – solo uno dei tanti – per cui potresti pensare, invece, alla camminata. È un’attività molto più facile da inserire nella tua quotidianità: puoi farlo ovunque (meglio se in mezzo alla natura o comunque in posti che ti fanno sentire bene) e non devi sottostare a orari rigidi.

Certo, come ogni altra attività anche questa richiede costanza e buona volontà. Ma quando leggerai tutti i benefici del camminare che elenchiamo in questo articolo, siamo certi che ti darai subito da fare per organizzare la tua prima camminata di salute.

6 benefici della camminata per il corpo e per la mente

Camminare è un’attività semplice che offre innumerevoli benefici. Noi ne abbiamo selezionati alcuni. Eccoli qui di seguito.

  1. Favorisce la corretta postura perché allena i muscoli addominali, che sono di sostegno alla colonna vertebrale, rafforza le gambe e migliora anche l’equilibrio.
  2. È un fattore di prevenzione dell’osteoporosi perché contribuisce a costruire massa ossea.
  3. Protegge l’apparato cardiovascolare perché aiuta a tenere sotto controllo la pressione sanguigna.
  4. Allevia lo stress perché aumenta la produzione di endorfine.
  5. Può allenare anche i muscoli delle braccia e delle spalle.
  6. Combatte il diabete perché aiuta a tenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue.

Niente male, vero? E la lista non finisce qui.

Passeggiare sotto al sole per fare scorta di vitamina D

Aggiungi ai benefici della passeggiata quelli del sole, la principale fonte di vitamina D. Questa sostanza è essenziale per la salute delle ossa, ma recuperarla attraverso l’alimentazione è difficile. Il sole, invece, ci aiuta a sintetizzarla.

D’estate, quindi, fai delle belle passeggiate con le braccia e le gambe scoperte (certo, eviterai le ore più calde). Ma cammina anche durante l’inverno, anche se il cielo non è proprio terso: dietro le nuvole c’è sempre la tua fonte di vitamina D; e così, oltre a combattere i cali di questa preziosa sostanza, combatterai la pigrizia tipica della stagione fredda.

Quanti minuti di camminata al giorno? E come camminare?

Probabilmente ti stai facendo queste domande. È importante cominciare gradualmente: si potrebbe iniziare con 20 minuti 3 volte a settimana, per poi aumentare pian piano prima il tempo e poi il numero di uscite settimanali.

Passiamo alla seconda domanda: come camminare bene? Cammina all’aperto, invece che su un tapis roulant, e lascia oscillare le braccia a buon ritmo. Queste due condizioni ti aiutano ad avere una migliore coordinazione motoria.

Attenzione, però, camminare è un’attività fisica vera e propria e, come diciamo sempre, ogni persona è diversa. Per questo prima di cominciare chiedi consiglio al tuo medico o al tuo chiropratico. Qui alla clinica Sanrocco Chiropratica consigliamo spesso ai nostri pazienti la camminata, ma prima ci assicuriamo di rimuovere qualsiasi disfunzione che possa andare a influire negativamente sulla deambulazione.

Ti aspettiamo in uno dei nostri centri – a Como, Reggio Emilia o Sondrio – per farti ritrovare la giusta energia per cominciare a camminare.

P.S. Leggi anche i nostri consigli per cominciare a fare movimento e tenersi attivi.